Quando un tecnico diventa un politico (?)

tecnico con cassetta attrezzi e politico con megafono che tiene un discorso

Ho combattuto a lungo con me stesso per capire se il punto interrogativo fosse da mettere o meno nel titolo… e alla fine l’ho messo tra parentesi: ognuno lo legga con l’intonazione che preferisce. [NOTA: in questo post, per semplicità e rapidità di scrittura, ho usato sempre l’accezione maschile dei termini, che in lingua italiana … Leggi tutto Quando un tecnico diventa un politico (?)

Il Sessantotto: breve ripasso in vista de “I colloqui di Capiago Intimiano”

Tasti di una macchina da scrivere in bianco e nero

Scrivo questo post per ignoranza, che insieme alla curiosità alimenta il motore che mi spinge nella maggior parte delle cose che faccio, perché tra i tanti vizi che ho c’è anche quello di voler capire le cose, per tentare di limitare appunto la mia “non conoscenza”, soprattutto rispetto alle cose che mi circondano più da vicino. … Leggi tutto Il Sessantotto: breve ripasso in vista de “I colloqui di Capiago Intimiano”

Coronavirus: vademecum su come gestire l’informazione

Cartello di stop su sfondo natura: vademecum per la gestione dell'informazione su Coronavirus

Mi sono ripromesso fin da subito di non scrivere o condividere nulla riguardo il Coronavirus, e con questo articoletto non voglio smentirmi. In questo periodo stiamo affrontando tutti un nemico insidioso, e siamo costantemente alla ricerca di informazioni per saperne di più. Purtroppo, come sempre, succede che: I giornali (e i blog e i social) … Leggi tutto Coronavirus: vademecum su come gestire l’informazione

Muoversi (a piedi) nel nostro paesello è ancora possibile: non siamo pigri

Cartello di divieto di transito con omino nero a piedi

Questa mattina ho avuto un sovraccarico di questioni tecniche e lavorative a cui pensare e ho sentito la necessità di svuotare un attimo la mente. Quindi, come si faceva una volta e come oggi ti consigliano sempre tutti (ma poi chissà chi lo fa veramente? io questo privilegio ce l’ho da un paio d’anni e lo … Leggi tutto Muoversi (a piedi) nel nostro paesello è ancora possibile: non siamo pigri